Come realizzare un report di sostenibilità: consigli pratici

Consigli ed esempi pratici per creare incredibili report sulla sostenibilità.
Avatar del autor

Cristóbal Duarte

Tiempo de lectura

5 minuti

icon

Marzo 18, 2024

Indice

Chi legge i report di sostenibilità?

Siamo onesti, poche persone di solito leggono resoconti o report sulla sostenibilità. Stiamo parlando di documenti molto tecnici, solitamente con più di 50 o addirittura 100 pagine.

Realizzarli richiede uno sforzo enorme e quando finisci senti di aver già realizzato la parte più difficile, ma in realtà è solo l’inizio. La buona notizia è che sì, il “peggio” è passato! Ora è il momento di condividere, divertirsi e interagire.

Un report non è mai una perdita di tempo e risorse. Al contrario, serve a gettare le basi su cui costruire e per sapere che direzione prendere in termini di sostenibilità.

Quindi fai un respiro profondo e preparati per il passo successivo. È giunto il momento di coinvolgere le persone! Con un piccolo sforzo e creatività puoi creare un legame più stretto con il tuo pubblico, generare maggiore interesse e contribuire a trasmettere il tuo messaggio al mondo.

Ed è proprio quello che facciamo noi di Ecoavantis: utilizzare tutte le informazioni e le conoscenze contenute in un report di sostenibilità per trasformarlo in un potente strumento di comunicazione.

Da dove iniziare?

Innanzitutto, bisogna scegliere con molta attenzione cosa comunicare ed evidenziare. Fortunatamente è diffusa la consapevolezza che la sostenibilità è una questione difficile da trattare. Ora siamo più aperti alle aziende che condividono le sfide che stanno affrontando e i dati di cui hanno bisogno per migliorare, piuttosto che limitarsi a condividere gli aspetti positivi o a ripetere quanto sono bravi.

La sostenibilità è un viaggio e non esistono aziende completamente sostenibili, ma si può intraprendere un percorso continuo di miglioramento.

È molto importante essere cauti riguardo alle dichiarazioni e alle affermazioni sulla sostenibilità ed evitare di cadere nel greenwashing. Si tratta di non fare affermazioni che non possono essere pienamente supportate.

Sintesi di un report di sostenibilità (HMTX)

Per questo è necessario avere una conoscenza approfondita della materia, dato che si può facilmente incorrere in determinati rischi o semplicemente non essere in grado di selezionare, interpretare e comunicare i concetti e i dati in modo appropriato.

Rendi interattivo il tuo report di sostenibilità

Se ti rivolgi a un pubblico non esperto, il tuo obiettivo sarà creare un’esperienza più coinvolgente, più interattiva e persino più divertente. Ed è qui che entra in gioco Genially. 

Dobbiamo essere consapevoli del fatto che la maggioranza delle persone non vorrà o non potrà leggere un report di 80 pagine, quindi è essenziale usare la creatività e pensare a diverse alternative.

Un’idea è quella di suddividere le informazioni e dargli un formato interattivo e animato. Cercare di spiegare tutta la tua strategia di sostenibilità e gli indicatori di performance dell’anno scorso in un colpo solo rischierebbe di sopraffare quella parte del tuo pubblico che ha meno familiarità con questo tipo di report, poiché la sostenibilità è un argomento complesso.

In questo esempio puoi vedere come viene utilizzata l’interattività per dosare le informazioni, così chi lo legge può consumarle al proprio ritmo interagendo con gli elementi.

Infografiche interattive a tema (Nutreco)

 

Rendilo visivo

Un’altra idea è convertire le informazioni in qualcosa di quanto più visivo possibile. Naturalmente, prima di provare a raccogliere tutti i tuoi dati più importanti in un’infografica, pensa a cosa faranno le persone con quel contenuto e fornisci contesto per i dati. Anche se si tratta di un’infografica di dati, dovrebbe contenere una narrazione volta a insegnare qualcosa.

Come comunicatori, è nostra responsabilità chiarire i dati, identificare le tendenze e rivelare realtà che prima non erano evidenti. E dovresti sempre evitare di semplificare eccessivamente i tuoi dati e i tuoi messaggi. La sostenibilità non è un argomento facile e non dovrebbe essere semplificato eccessivamente.

Sintesi di dataviz (Ferrovial)

Gamification e report di sostenibilità? Ancora meglio!

Per realizzare un cambiamento e rendere innovativo il tuo report, devi creare curiosità verso qualcosa di diverso. Perché non sfidare le persone a giocare con te sulla tua strategia di sostenibilità e vedere cosa sanno o non sanno?

Giocare può essere un ottimo modo per suscitare interesse nelle persone e insegnare loro in modo divertente concetti importanti che devono comprendere per essere parte del cambiamento necessario nella società e sul posto di lavoro.

Ecco perché utilizziamo la gamification. Gamificare significa implementare meccaniche di gioco in ambienti non di gioco. La tecnica viene utilizzata in diversi ambiti, dai sistemi bancari ai dispositivi per il fitness, e il nostro cervello la adora.

Le meccaniche di gioco ci motivano perché siamo stati socialmente condizionati a rispondere a ricompense e punizioni. Le ricompense gamificate come badge e premi sono forti trigger neurologici per il coinvolgimento umano, poiché rilasciamo un cocktail di sostanze neurochimiche che rispondono alla stimolazione.

Per utilizzare questo a tuo vantaggio, puoi creare mini-giochi per il tuo team o per i tuoi clienti. Puoi basare la tua gamification su fatti divertenti sulla tua azienda o su fatti e argomenti importanti che desideri influenzare con il tuo cambiamento.

Questo mini-gioco relativo ai contenuti del report di sostenibilità di Nutreco è un ottimo esempio:

Le persone del tuo team sono i migliori influencer

E non dimentichiamo uno dei gruppi più importanti! Il tuo team di lavoro.

La realtà è che la fonte di informazioni più affidabile su un brand o un’azienda sono le persone che lavorano per esso, come evidenziato dalla ricerca di Brand Prism condotta da Long Dash.

Tuttavia, secondo la ricerca stessa, mentre l’86% dei dipendenti afferma di essere orgoglioso del proprio lavoro, solo la metà delle persone intervistate ha affermato che pubblicherebbe post sulla propria azienda sui social media. È essenziale attingere a questo gruppo latente di persone perché:

  1. Non sarai in grado di convincere il mondo se non convinci prima il tuo team. Senza di esso, il fondamento del messaggio sarà debole.  
  2. Se riesci a convincere le persone del tuo team, saranno i tuoi migliori ambassador. Le implicazioni di una forza lavoro impegnata sono piuttosto potenti. Secondo uno studio di Gallup del 2020, avere una forza lavoro altamente coinvolta genera il 20% in più di vendite e il 21% in più di redditività e probabilmente ci sono ancora più vantaggi difficili da stimare, soprattutto quando parliamo di sostenibilità.
  3. Se convinci il tuo team, il report del prossimo anno e altri progetti di sostenibilità saranno molto più facili da implementare grazie alla collaborazione e alla visione condivisa che hai coltivato.

Per raggiungere questo obiettivo, puoi lanciare campagne di comunicazione interna che si basino sulle informazioni contenute nel report di sostenibilità e che applichino le tecniche che abbiamo menzionato: rendere il report visivo, utilizzare l’interattività e la gamification. 

Queste campagne possono essere digitali al 100% (tramite intranet, mailing interno o qualsiasi altro mezzo) o essere integrate con formati fisici, a seconda del tipo di attività della tua azienda.

📷 Campagna di comunicazione interna per i dipendenti (SGS)

Report di sostenibilità geniali

Tutte queste idee possono essere facilmente implementate con Genially, non solo il report di sostenibilità. Inoltre, è possibile creare tantissimi prodotti di comunicazione che ne derivano.

Noi di Ecoavantis, anche grazie all’utilizzo di Genially, forniamo ai nostri clienti moltissime idee per rafforzare la loro strategia di comunicazione aziendale. Realizziamo materiali creativi e innovativi, che sono alimentati dal report di sostenibilità e rappresentano un importante salto di qualità a livello di marketing e comunicazione. Per salutarci, ti lasciamo quest’ultimo esempio.

Sintesi di un report annuale di attività (IUCN)

Picture of Cristóbal Duarte
Cristóbal Duarte
Cristobal Duarte: CEO di Ecoavantis, specialisti in visibilità della sostenibilità

Leggi altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *