SCORM: cos’è e qual è la sua funzione? Tutto sul formato standard per i contenuti e-learning

Tutto quello che ti serve per iniziare a utilizzare il formato SCORM ed avere successo nel mondo dell'e-learning è qui. Chiarisci i tuoi dubbi!
Avatar del autor

Natalia De la Peña Frade

Tiempo de lectura

3 minuti

icon

Gennaio 12, 2024

Indice

SCORM. Che parola strana, vero? In tutte le definizioni ti dicono che lo SCORM è uno standard, ma questo non chiarisce molto… E la dicitura “Shareable Content Object Reference Mode” ancora meno. Non riesce a tradurlo nessuno! Ok, magari sì, ma ammettiamolo: quando leggi “Modello di Riferimento per Oggetti di Contenuto Condivisibile” non si capisce granché.

La verità è che il formato SCORM viene utilizzato sempre di più e, se ti occupi di educazione o di formazione per aziende, ti conviene aggiornarti. Se ti chiedi cos’è uno standard e ti spaventi ogni volta che senti parlare di SCORM, è giunto il momento di rispondere alle tue domande.

Anche se hai allergia alla tecnologia e gli anglicismi ti fanno storcere il naso, questa volta capirai tutto. Promesso!

Andiamo per parti: cosa diavolo è uno standard?

Gli standard esistono per semplificarci la vita. Lo standard è tuo amico, davvero.

Ti farò alcuni esempi:

  • L’USB è uno standard. I produttori di hardware garantiscono che i loro dispositivi siano compatibili producendo porte e jack delle stesse dimensioni e caratteristiche.
  • PDF, un altro standard. Puoi inviare i tuoi documenti in questo formato e sai che tutti li vedranno uguali, indipendentemente dalle dimensioni del loro schermo o del loro sistema operativo.
  • Anche il DVD è uno standard. Il formato dei DVD e il relativo sistema di archiviazione delle informazioni sono standardizzati in modo da poterlo utilizzare su dispositivi di qualsiasi marca e modello.
  • Dire buongiorno al mattino è un altro standard. 😉

Sta diventando più chiaro, vero? Ebbene, allo stesso modo, lo SCORM è uno standard. E i corsi in formato SCORM sono utilizzabili su qualsiasi piattaforma che soddisfi lo standard, ovvero quasi tutte. O almeno sulle principali piattaforme LMS come Moodle, Canvas, Open LMS, 360 learning e molte altre.

Cos’è lo SCORM?

Lo SCORM è l’insieme di regole che definiscono come deve essere il file contenente un corso affinché le sue informazioni possano essere visualizzate in un LMS. E un corso in formato SCORM è un file ZIP che funzionerà in qualsiasi LMS compatibile. Potrai caricarlo e pubblicarlo con un paio di clic.

Meraviglioso, penserai. E cosa devo fare per rendere SCORM i miei corsi? E soprattutto, perché ho bisogno di un “formato compatibile con il mio LMS” se posso creare il corso direttamente nel LMS?

Vero. Puoi creare i tuoi corsi utilizzando le risorse del tuo LMS ma… questo tipo di piattaforma non si distingue esattamente per offrire grandi opzioni di creazione. Perderesti molte opportunità di creare contenuti didattici con un buon design interattivo, un design che sorprende, incoraggia la partecipazione dei tuoi studenti e che sia facile da ricordare.

Ecco perché esistono gli authoring tool. Un buon authoring tool, come Genially, ti consente di scaricare i corsi che crei in formato SCORM. E ti offre anche tantissimi template e funzioni che semplificano la creazione di contenuti educativi.
Questa è la formula per avere successo con il tuo e-learning: creare contenuti straordinari con un authoring tool, scaricarli in formato SCORM e visualizzarli tramite un LMS.

5 vantaggi dell’utilizzo di SCORM

  1. Se per qualsiasi motivo cambi LMS, ad esempio se il tuo non funziona bene o se cambi scuola o azienda, puoi spostare il tuo corso su qualsiasi altra piattaforma.
  2. Il costo della formazione è ridotto poiché non è necessario adattarla ad ogni sistema.
  3. Crei contenuti di qualità maggiore con strumenti che ti offrono più opzioni per crearli e poi visualizzarli sulla tua piattaforma, i cosiddetti authoring tool.
  4. I tuoi contenuti interattivi offrono una migliore esperienza di apprendimento e ti consentono di ottenere risultati migliori.
  5. Dal tuo LMS puoi vedere i risultati di chi impara, monitorare i loro progressi e dare più facilmente una valutazione. Il file SCORM “parla” con l’LMS e gli dice quali dati raccogliere.

E gli svantaggi?

Se utilizzi un LMS compatibile con il formato SCORM per te è semplicissimo. Devi solo creare i tuoi contenuti didattici interattivi con un authoring tool che ti permetta di scaricarli in questo formato.

Significa che devi imparare a usare un tool complicato? Che devi buttare via i tuoi contenuti attuali? Che devi avere delle conoscenze tecniche o avere un team di professionisti del design per creare buone esperienze di apprendimento? Beh… dipende dall’authoring tool che scegli. Con Genially questo non ti succederà e ora ti dirò perché.

Genially e SCORM: una coppia felice

Sapevi che milioni di insegnanti e trainer aziendali di tutto il mondo utilizzano Genially per creare i propri contenuti formativi? 

Questo perché Genially offre migliaia di template per creare straordinari contenuti interattivi senza bisogno di alcuna conoscenza di design e tantissime funzioni molto utili per l’insegnamento e l’apprendimento. È uno strumento molto intuitivo e facile da usare, inoltre puoi formarti gratuitamente nella Genially Academy per padroneggiarlo in brevissimo tempo.

Alcuni piani Genially ti permettono di scaricare le creazioni in formato pacchetto SCORM. Inoltre, chi si dedica all’educazione e alla formazione aziendale  ha la possibilità di importare file PowerPoint per editarli su Genially.  Caricare un PowerPoint, aggiungere interattività e scaricarlo come pacchetto SCORM è un gioco da ragazzi. 

Pertanto, sia creare nuovi corsi che riciclare vecchi materiali e trasformarli in grandi risorse interattive in formato SCORM è questione di minuti.

Inoltre, puoi generare il download in formato SCORM in diversi modi, a seconda delle informazioni che desideri raccogliere. Puoi monitorare i progressi degli studenti, valutare le prestazioni con un punteggio o analizzare le risposte alle domande interattive che poni. 

Se sei arrivato o arrivata fin qui, spero che tu non solo abbia capito tutto sullo SCORM, ma che tu senta anche di avere tutto il necessario per iniziare ad usare questo formato di contenuti e-learning. E se no, scrivi un commento per sgridarmi! 

Picture of Natalia De la Peña Frade
Natalia De la Peña Frade
Cerco di scrivere cose che ti piace leggere.

Leggi altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *